Alt­ri luo­ghi

Chie­sa St. Niklau­sen a Kerns

La chie­sa St. Niklau­sen è l’edificio più anti­co inter­amen­te con­ser­va­to nel comu­ne di Kerns. Risa­le al 1350 e la sua archi­tettura ris­pec­chia lo sti­le goti­co pri­mi­tivo. Nel coro rac­chi­ude dei dipin­ti mura­li medio­eva­li restau­ra­ti. L’aula ha un sof­fit­to a vol­te a cas­set­to­ni con del­le rapp­re­sen­ta­zio­ni dell’Antico e del Nuo­vo Testa­men­to. Il cam­pa­ni­le, indi­pen­den­te dal­la chie­sa, ricor­da mol­to i tipi­ci cam­pa­ni­li del­la Lom­bar­dia. Nico­lao del­la Flüe vi si riti­ra­va spes­so per con­tem­pla­re gli affre­schi del­la Pas­sio­ne di Gesù.

Cap­pel­la di Fra­te Ulrich a Mös­li

Fra­te Ulrich, un pre­te di Mem­min­gen, nel 1469 si sta­bi­lis­ce al Ranft sul lato di Kerns con l’approvazione di San Nico­lao. Nel 1484 segue la costru­zio­ne del­la cap­pel­la che anco­ra oggi è uno degli edi­fi­ci tar­dome­di­eva­li più stra­or­di­na­ri di Unter­val­do. Al suo inter­no si posso­no tro­va­re un ciclo di affre­schi del XVI seco­lo, la raf­fi­gu­ra­zio­ne pro­ba­bilmen­te più anti­ca di Dorot­nee Wyss e un ciclo di tavo­le del XVIII seco­lo che most­ra­no sce­ne del­la vita di Fra­te Ulrich.

San­tua­rio di Melch­tal

L’origine del cul­to del­la Madon­na a Melch­tal risa­le a Nico­lao von Flüe. La pri­ma sta­tua del­la San­ta Ver­gi­ne ven­ne tras­fe­ri­ta a Melch­tal dal­la cap­pel­la del Ranft nel 1600 duran­te una pro­ces­sio­ne solen­ne raf­fi­gu­ra­ta nei dipin­ti del sof­fit­to nella Cap­pel­la del­le Gra­zie. Qui si tro­va anche una reli­quia del San­to del Ranft. Dal 1971 quella di Melch­tal è diven­ta­ta una par­roc­chia auto­no­ma.

Cap­pel­la di Chli­ster­li

Quan­do Nico­lao von Flüe ritornò da Lies­tal nel 1467, pri­ma di anda­re al Ranft si ritirò sull’Alpe di Chli­ster­li. La cap­pel­la di mon­ta­gna fu costrui­ta nel XVIII seco­lo e com­pleta­ta nel 1949 con un pic­co­lo cam­pa­ni­le.

.

Chie­sa par­roc­chia­le di Schwen­di a Stal­den

Doro­thee Wyss, figlia del con­si­glie­re, è nata intor­no al 1430/1432 nel­lo «Schwän­di» a Stal­den, sopra Sar­nen. Non abbia­mo però indi­ca­zio­ni pre­ci­se sull’anno del­la sua nas­ci­ta. Secon­do un’ipotesi del­lo sto­ri­co Robert Dur­rer (all’inizio del XX seco­lo), Doro­thee era figlia del con­si­glie­re Rudi Wyss e, in man­can­za di alter­na­ti­ve, quest’ipotesi è con­si­de­ra­ta come un fat­to ormai qua­si cer­to. Mal­gra­do ciò, non esi­s­to­no pro­ve chia­re riguar­do alle ori­gi­ni di Doro­thee.

La pri­ma pie­tra di questa anti­ca chie­sa, che ha come patro­na princi­pa­le la San­ta Ver­gi­ne e come patro­ni secon­da­ri San Bia­gio e San Teo­du­lo, è sta­ta posa­ta nel 1702. Rac­chi­u­si al suo inter­no ci sono l’altare mag­gio­re e gli alta­ri late­ra­li, il taber­na­co­lo, una madon­na in sti­le tar­dogo­ti­co e una scul­tu­ra di Nico­lao e di Doro­thee rea­liz­za­ta in leg­no.

La sta­tua sul­la fon­ta­na di fron­te alla chie­sa «Niklaus und Doro­thee» è sta­ta rea­liz­za­ta da Hugo Imfeld (1916–1993).

Älg­gi-Alp – Il cen­tro del­la Svizze­ra

Il cen­tro geo­gra­fi­co del­la Svizze­ra è situa­to a 1645 metri d’altitudine sul pit­to­res­co alpeg­gio di Älg­gi come sta­bi­li­to nel 1988 duran­te il 150º anni­ver­s­a­rio dell’Ufficio Federa­le del­la Topo­gra­fia. La cap­pel­la di Sant’Anna, con il pres­bi­te­rio annes­so, è sta­ta costrui­ta nel 1820/1821 e fa par­te del­la par­roc­chia di Sach­seln

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

X