San Nicolao  
  Vita
 Cronologia
Compagno
Preghiera
Letteratura
 
  Servizi  
  Segretariato
Ostello d. gioventù
Attività pastorale
Museo
Turismo
 
     
   
     
 

Chi è fratello Nicolao?

       
   
1417 Nasce in una casa di contadini sotto la Flue (il suo significato è roccia, Flüeli-piccola roccia, Cantone Obwaldo, nel cuore dell'Europa). Da qui il nome "von Flüe". I suoi genitori: Heinrich von Flüe e Hemma Ruobert. Battezzato con il nome "Niklaus" a Kerns e non a Sachseln - la sua parrocchia - a causa di un interdetto. "Niklaus", colui che cerca Dio, presenta sin da bambino una predisposizione alla vita solitaria. Una giovinezza esemplare. Amore per la pace e sensibilità per la giustizia.
fino al 1446 Partecipa a diverse campagne militari dei confederati in qualità di ufficiale (capo-drappello).
1447 Contadino benestante sposa Dorothea Wyss. Padre di dieci figli (cinque maschi e cinque femmine), di cui il più piccino "Niklaus" studia a Basilea, a Parigi e a Padova laureandosi in filosofia per poi diventare parroco a Sachseln.
fino al 1467 Presiede diverse cariche nei consigli e nei tribunali, deputato del cantone "Unterwaldo ob dem Wald" presso varie corti d'arbitrato della Confederazione.
1467 Esperienze ripugnanti per la corruzione politica e il sistema giuridico ineguale. Niklaus von Flüe rifiuta di farsi eleggere come presidente del governo regionale.
1467 Il 16 ottobre Niklaus von Flüe lascia tutto ciò che possiede: moglie e bambini, la sua fattoria, la sua terra, per girovagare nel mondo come un pellegrino e cercare Dio. In questa sua decisione ottiene formalmente il permesso della moglie Dorothea. Ma alcune settimane dopo fa ritorno nei pressi di Liestal per trasferirsi nuovamente nella regione dell'Oberwaldo stabilendosi vicino all'alpe Klisterli. La sua dimora definitiva da eremita diverrà la gola del Melchaa (aa = corso d'acqua), il Ranft. Il centro della sua spiritualità sta nell'intensiva contemplazione quotidiana della sofferenza di Cristo: portare la "sofferenza di Dio" nel cuore dà conforto e sicurezza al temine della vita terrena.
1469 Il 27 aprile, su ordine del vescovo di Costanza, il vescovo ausiliario e vicario apostolico Thomas Weldner accerta la carenza di un'alimentazione povera a livello nutritivo dell'eremita e consacra la cappella (superiore) di Ranft.
1469 In giugno fratello Nicolao - come allora sovente veniva chiamato Niklaus von Flüe - racconta ad un dominicano dell'inquietudine interiore che provava prima di aver scelto l'eremitaggio e di poter cominciare a meditare intensamente sulla sofferenza e sulla morte di Gesù.
1474 I posteri devono la conoscenza di importanti particolari biografici e storici alle annotazioni del giovane nobile sassone Hans von Waldheim. Dorothea appare come una "moglie linda", ciò non si riferisce soltanto all'aspetto esteriore ma soprattutto alla sua personalità.
1478 Albrecht von Bonstetten, decano del convento di Einsiedeln, rende di pubblico dominio il primo trattato riguardante fratello Nicolao.
1481 Uomo di pace al cospetto dell'imminente guerra civile tra confederati dopo le vane trattative, avvenute durante l'assemblea dei rappresentanti dei cantoni a Stans, per inserire le città di Friborgo e Soletta nella Confederazione. Grazie a fratello Nicolao non solo si può evitare la peggio, ma addirittura in quella situazione di lotte senza pietà e apparentemente senza via di uscita è la pace che ha il sopravvento.
1482 Niklaus von Flüe - nel frattempo conosciuto in gran parte d'Europa - viene interpellato per dare consigli su diverse questioni politiche e ecclesiastiche. Lettera di ringraziamento al Consiglio di Stato a Berna con la famosa citazione: "La pace è sempre in Dio, poiché Dio è la pace. La pace non può essere annientata, la discordia invece è da distruggere".
1487 Il 21 marzo Fratello Nicolao muore e viene adorato immediatamente come santo e invocato come intercessore per le guarigioni.
1648 Beatificazione sotto Papa Innocenzo X.
1947 15 maggio Santificazione sotto Papa Pio XII. Il giorno seguente, in una predica, il Papa venera formalmente anche la moglie di fratello Nicolao.
1984 A Flüeli Papa Giovanni Paolo II celebra l'eucarestia e prega sulla tomba di fratello Nicolao a Sachseln. Esorta inoltre a venerare anche la moglie Dorothea designandola come "pia".

Sono in corso tentativi per poter santificare la pia coppia fratello Nicolao e Dorothee.

     
  Programma  
  Messes  
  Pellegrinaggi  
  Luoghi santi
Percorsi
 
  Diversi  
  Links  
     
  deutschfrançaisitalianoenglishespañol